Fiorentina, la carica di Sinisa Mihajlovc

«Io non mi c… sotto. So quello che voglio». Parole e musica di Sinisa Mihajlovc. Nonostante l’annullamento dell’amichevole col Padova il tecnico viola ha parlato in conferenza stampa nell’ultimo giorno di ritiro a Cortina. Ha parlato della nuova stagione viola in modo schietto e diretto. «Abbiamo lavorato bene, anche se non ho avuto sempre a disposizione i nazionali. Lo spogliatoio è unito e ambizioso». L’obiettivo è migliorare la stagione passata. «Se è finita come tutti sappiamo – dice il tecnico serbo – vuol dire che i giocatori non hanno dato il massimo. La Champions? La società non mi ha chiesto niente. Prima ci sono le quattro grandi. Ma per me l’obiettivo è questo e me ne prendo tutte le responsabilità ». Poi le aspettative sulla squadra e le gerarchie. «Montolivo e Gilardino? Sono giocatori importanti per la Fiorentina. Il dualismo Frey-Boruc? Non ho deciso. Contro Tottenham e Valencia una gara a testa». La sua Fiorentina dovrà essere «cattiva, organizzata e che si diverta e diverta i tifosi». Poi uno sguardo al calendario con la Fiore che il 29 agosto debutterà al Franchi contro il Napoli. «In Italia tutte le gare sono difficili. Se giochiamo da Fiorentina possiamo fare bene sempre. Insua? Non mi aspetto nulla, se rimaniamo così va bene lo stesso. Il numero perfetto è 25-26 giocatori: due titolari per ogni ruolo». La Fiorentina lascerà Cortina per trasferirsi lunedì 2 agosto a San Piero a Sieve (Siena) per la seconda fase della preparazione. Intanto la telenovela Insua sembra arrivare alla fine. Il terzino argentino, secondo Skysport, lunedì raggiungerebbe la squadra viola nel ritiro senese. La Roma ha rifiutato un’offerta della Sampdoria di 1,6 milioni per Guberti. A 2 milioni la trattativa potrebbe chiudersi a favore della Fiorentina. Infine l’ex presidente ed azionista di riferimento Andrea Della Valle è atteso per la settimana di ferragosto nel ritiro di San Piero a Sieve. -leggo-