Samp, un Porto amaro

Perde la Sampdoria sconfitta 2-1 in Portogallo contro il Porto. La squadra blucerchiata, senza i nazionali Palombo, Pazzini, Padalino e Ziegler, ha disputato nel complesso una buona partita. Nel primo tempo Di Carlo ha proposto questa formazione: Curci in porta, in difesa la coppia centrale composta da Gastaldello e Lucchini affiancati sulle corsie laterali da Stankevicus e Accardi, mentre a centrocampo in cabina di regia Dessena e Poli assistiti sulle corsie laterali da Koman e Mannini con la coppia composta da Pozzi e Cassano in attacco. Parte male la squadra di Di Carlo che va sotto quando dopo 24’ minuti con Fernando porta in vantaggio i padroni di casa. Il Porto bis poco dopo con Hulk che beffa Curci con un tiro dalla distanza. La Samp cresce alla distanza e accorcia in chiusura di prima frazione con un penalty realizzato da Cassano (che resterà in campo poi fino al 75’ quando lascerà il posto a Rossini). Nella ripresa, girandola di sostituzioni e alcuni buoni interventi del portiere doriano. Intanto, ieri il presidente Riccardo Garrone, ai microfoni di Primocanale Sport, ha parlato anche del preliminare di Champions: «Le avversarie da evitare sono Siviglia e Totthenam». E sul mercato: «Ziegler mi auguro che resti. Cassano vuole rimanere, ci vedremo a tempo debito così come, al momento opportuno, parleremo anche di eventuali aumenti per i giocatori già in rosa. Eventuali acquisti in caso di passaggio del preliminare di Champions ? Non lo so, di certo quest’anno i giocatori costano molto meno rispetto anche solo all’anno scorso». E ieri ha parlato di mercato anche il dg Gasparin, che ha fatto il punto della situazione in casa blucerchiata: «Come rispondiamo ai colpi di mercato del Genoa? Noi manteniamo la nostra strategia. La caratteristica fondamentale è guardare molto di più a chi rimane – spiega il dirigente blucerchiato – rispetto a chi arriva. Abbiamo Palombo, Pazzini, Cassano, Ziegler, Padalino, giocatori di grande valore e il fatto di dare continuità all’ossatura base è la strategia di fondo del nostro calciomercato. Sono rientrati alla base giovani che hanno fatto bene lo scorso anno e vedremo di completare la squadra», ha concluso il direttore generale della Samp. E dopo l’amichevole di ieri sera due giorni di riposo per la truppa doriana che riprenderà ad allenarsi mercoledì a Moena in vista del test, in programma a fine mese, a Barcellona contro l’Espanyol. -leggo.it-