Spettecolo Valentino Rossi torna in pista e sfiora il podio

La felicità spesso sta nelle piccole cose. Per Valentino Rossi questa scoperta è arrivata ieri: dopo aver gioito per grandi vittorie, per i nove titoli mondiali e per sorpassi che hanno fatto storia, il pilota di Tavullia ha assaporato in pieno il quarto posto ottenuto al Sachsenring. A 43 giorni dall’incidente del Mugello ecco che il ‘D ottore’ non solo dimostra il suo essere eccezionale tornando in gara dopo una frattura scomposta ed esposta di tibia e perone, ma riesce persino a lottare con i migliori inventando con Stoner il duello più bello del Gp della Germania. Alla fine ha prevalso il pilota della Ducati, ma il risultato dell’italiano va oltre ogni possibile aspettativa: «Non sono mai stato così felice per un quarto posto – ha spiegato nel dopo gara il pluriiridato – . Sono contento di come ho guidato, ma mi manca un po’ di feeling. Mi sono ’ingarellato’ con tutti, solo con Dovizioso ho perso tempo». Nonostante il chiodo nella gambe e le stampelle che lo aiutano appena scende dalla sua Yamaha, Vale ha reso onore alle due ruote lottando come un forsennato con l’australiano, che da parte sua non ha usato convenevoli per il rientrante avversario: «Con Stoner abbiamo fatto una grande battaglia, quando mi ha visto ha fatto il diavolo. La prossima volta mi devo vestire con i colori di qualche altro pilota. Ma la Motogp ha bisogno di queste gare» ha continuato il marchigiano, che poi non ha perso l’occasione per pungolare il pilota Ducati: «Se fosse arrivato Stoner dietro di me avrebbe frignato come ha fatto a Laguna Seca negli anni passati, ma queste sono le gare». Vince Pedrosa e Lorenzo aumenta la fuga mondiale, ma l’attenzione è tutta su Rossi, che non manca di parlare del suo futuro: «Come fa la Yamaha a lasciarmi andar via? Perché… dove vado? Nell’eventualità, Fenomeno vero che non è affatto sicura, ognuno fa la sua scelta, poi vedremo in futuro chi aveva ragione. Forse mi lascia andare perché sono vecchio». Una volta ripreso il rapporto con la pista ora Valentino guarda in avanti verso il prossimo Gp: «Per essere qui in questo weekend devo ringraziare il dottor Buzzi e tanti altri, come il dottor Costa e il mio preparatore. Abbiamo fatto un grandissimo lavoro, ero in forma, certo mi facevano male la gamba e la spalla, ma stavo bene. È stato un buon step di avvicinamento a Laguna Seca, dove cercheremo di salire sul podio. Quella è una pista che mi piace e dove sono andato sempre forte…». -dnews-