Juve, anche Dzeko sta scappando

Quella presentata ieri sera a Pinzolo non è la vera Juve, lo sanno per primi i tifosi che chiedono a gran voce un colpo da grande. Come Edin Dzeko, che non è Messi ma devono farselo bastare. Eppure il City di Mancini è molto più vicino a Dzeko ora che ha presentato un’offerta formale superiore ai 30 milioni, cifra molto gradita al Wolfsburg. La Juve accelera i tempi, ma ha bisogno di monetizzare. Eppure dalla cessione di Camoranesi all’Olympiacos (siamo ormai in dirittura d’arrivo) arriveranno solo un paio di milioni. Eppure Trezeguet resta difficile da piazzare ora che anche il Napoli ha virato su Acquafresca e le volontà del Liverpool, ultimo ad essersi inserito in lista, sono tutte da verificare. E altri scappano. Come Van der Wiel che sta per firmare con il Bayern Monaco. Come Elia che ha deciso di fermarsi all’Amburgo. O ancora come Krasic, vicinissimo a firmare con il Fenerbahce. Resta in piedi la trattativa con l’Arsenal per portare a Torino l’esterno francese Clichy, che peraltro ai recenti Mondiali non ha assolutamente impressionato, scambiandolo con Giovinco, giocatore molto gradito ad Arséne Wenger. Altro giovane che lascia la Juve è Ekdal, in compartecipazione al Bologna. -epolis-