Calcio, Platini sviene in un ristorante

Michel Platini, presidente della Uefa, è stato portato in ospedale a Johannesburg in seguito ad uno svenimento all’interno di un ristorante dove si apprestava a cenare. Le sue condizioni sono buone. Come racconta il suo portavoce Platini, 55 anni, soffriva per il freddo e per una leggera influenza ed era a digiuno da molte ore. Probabile un calo di zuccheri. Dai primi accertamenti è stato escluso qualsiasi problema di carattere cardiologico.

Platini che paura, l’infarto era solo influenza. La paura è durata più di un attimo, ma presto ha lasciato il posto al sollievo. Ieri sera Michel Platini, mentre stava cenando in un ristorante di Johannesburg insieme a Gerarg Houllier, è stato colto da un malore interpretato in un primo momento come un principio d’infarto. In realtà, come ha confermato un testimone, il dirigente francese non ha mai perso conoscenza ed è sembrato ben presto tornare in condizioni accettabili. Il 55enne presidente dell’Uefa è stato trasportato d’urgenza in un ospedale vicino, il Morningside Medi-Clinic, dove ha passato la notte in osservazione in attesa che gli esami clinici possano fugare ogni dubbio e liberarlo per le finali di questa sera e domani. Nei giorni scorsi Platini era stato colpito da una fastidiosa influenza intestinale curata solo in parte per gli impegni che un mondiale comporta. Oggi comunque, con i primi comunicati ufficiali, verranno sciolti i dubbi. -epolis-