Germania-Uruguay, Tabarez: nel calcio nulla è impossibile

Germania-Uruguay: la chiamano con il diminuitivo si “finalina” e sarà la sfida di consolazione per le due formazioni sconfitte in semifinale da Olanda e Spagna. Stasera nello stadio di Port Elizabeth però non mancherà lo spettacolo tra due formazioni che sono state le autentiche rivelazioni del torneo, quanto a gioco e schemi i teutonici, per compattezza i sudamericani. Il ct della Celeste, Oscar Tabarez, non ha nascosto l’emozione per l’appuntamento storico che vedrà protagonista la sua squadra: "Giocheremo contro un avversario meraviglioso, che ha giocato tante le finali dal 1954, è stato tre volte campione del mondo… Non sarà una gara impossibile, come non era impossibile superare l’Olanda. Comunque abbiamo fatto grandi cose questi Mondiali, il massimo sarebbe stata la finale…". Dall’infermeria arrivano buone notizie. Forlan ci sarà – puntualizza Tabarez – ed è un fattore importante per tutto il nostro progetto tattico. Diego è uno dei pilastri dell’Uruguay. Contro l’Olanda aveva un infortunio e non era al 100&, adesso è recuperato. Il polpo Paul ha scelto la Germania come trionfatrice della gara, ma il tecnico sudamericano non si sbilancia: Non sono superstizioso, ma è una motivazione in più. Se vinciamo, significherà che nel calcio nulla è impossibile.