È corsa contro il tempo per l’intesa con Unicredit

È una corsa contro il tempo, altrimenti lunedì si andrà al lodo arbitrale. Italpetroli, holding proprietaria della Roma, e Unicredit, che deve avere 325 milioni (più interessi) dalla controparte, anche oggi si incontreranno, attraverso i loro legali, per cercare un accordo su come saldare il debito. «Siamo in una fase in cui stiamo provando a trovare un accordo – conferma Paolo Fiorentino, vice amministratore delegato di Unicredit – speriamo si trovi, ci sono gli avvocati che lavorano ». L’intesa però è lontana. Fiorentino poi ha smentito il mandato a Rothschild come advisor per vendere la Roma. Smentito anche, da parte di Unicredit, il canale preferenziale per Giampaolo Angelucci, imprenditore interessato all’acquisto della Roma e vicino all’istituto bancario. Nel frattempo il ds giallorosso Daniele Pradé è a Milano per Burdisso. Ieri ha incontrato Hidalgo, agente del difensore, e oggi vedrà Marco Branca, dirigente dell’Inter. « L’Inter è disponibile ad abbassare il prezzo per accontentare il giocatore – rivela Hidalgo – ora serve uno sforzo della Roma». I giallorossi hanno proposto una comproprietà a 4 milioni, ma l’Inter vuole la cessione definitiva. -dnews-