Federer saluta Wimbledon, eliminato da Berdych

Roger Federer ha perso ieri nei quarti di finale di Wimbledon eliminato da Tomas Berdych. Strano il destino: a Wimbledon, che gli inglesi chiamano “The Championships”, dopo 7 anni in finale non ci sarà il campione simbolo dell’erba londinese, Roger Federer. Lo svizzero è stato eliminato ai quarti di finale dal ceco Tomas Berdych. Il gigante dell’est ha giocato probabilmente la miglior partita della sua carriera vincendo per 6-4, 3-6, 6-1, 6-4 e confermando i progressi messi in mostra sia con la semifinale del Roland Garros che proprio contro Federer nella finale di Miami. Federer è tornato a tormentarsi con i problemi al dritto che lo avevano afflitto nei primi turni e sarà costretto ad abdicare saltando l’appuntamento con il settimo titolo, quello che gli avrebbe permesso di pareggiare Pete Sampras. «Non credo di aver giocato male oggi – ha detto il numero 2 del mondo – credo che sia merito suo. Del resto lo conosco bene: ci siamo affrontati tante volte. Tutto sommato i quarti non sono un brutto risultato anche se per la gente può sembrare scioccante». Berdych è in forma smagliante e “Nole” Djokovic dovrà prestare molta attenzione in semifinale. Il serbo ieri si è sbarazzato del taiwanese Lu Yen-Hsun in tre set 6-3, 6-2, 6-2. Nell’altro lato del tabellone si affronteranno Rafael Nadal e Andy Murray. Lo spagnolo ha battuto lo svedese Robin Soderling in quattro set 3-6, 6-3,7-6 (7/4), 6-1, mentre l’idolo di casa ha faticato per avere ragione del francese Jo-Wilfried Tsonga in quattro set 6-7 (5/7), 7-6 (7/5), 6-2, 6-2. -dnews-