Newco via da Confindustria

A fine settembre 2011 i 5200 lavoratori che costruiranno la Panda nello stabilimento campano Giambattista Vico dovranno dimettersi dalla Fiat per essere riassunti dalla newco Fabbrica Italia Pomigliano, previa la cessione dei contratti individuali: a ciascun operaio sarà sottoposta la lettera di assunzione con le nuove regole contrattuali, quelle oggetto del referendum a Pomigliano del giugno scorso. Un’operazione il cui terreno è già stato preparato: ieri la Fiat ha comunicato ai sindacati in un incontro a Torino (disertato dalla Fiom) che la newco non sarà iscritta a Confindustria. Il Lingotto ha però garantito che la cura Pomigliano non si allargherà agli altri stabilimenti italiani: dopo l’incontro di mercoledì tra Marchionne e la Marcegaglia, la Fiat ha sospeso per due mesi la decisione sulla disdetta del contratto nazionale di lavoro dei metalmeccanici e sull’uscita da Confindustria.