Esodo ad alcol zero

Divieto di bere per i giovani. Patente ritirata dopo 3 infrazioni gravi. Stretta sulle minicar. Sugli italiani in partenza per le vacanze vigilerà il nuovo codice della strada. Zero alcol per under 21 e neopatentati con meno di 3 anni di esperienza, divieto di vendita di alcolici nei locali notturni dopo le 3 (le 22 negli autogrill), più controlli su austostrade e strade ad elevato scorrimento: sono i punti salienti del testo che approda oggi in Senato, per entrare in vigore già in questo primo weekend di esodo da bollino nero. Il governo ci teneva: approvare in tempo il nuovo codice, per dimostrare che la maggioranza non annaspa nella confusione più totale. Oltre alla stretta sulla guida in stato di ebbrezza (alcol zero anche per chi guida per professione), arriva il via libera alla targa personalizzata e alle visite mediche ogni due anni per gli over 80. Multe fino a 4.000 euro per chi produce minicar (su cui sarà obbligatorio l’uso delle cinture) che superano i 45 km/h e per le officine che tuccano i motocicli. Novità sui limiti di velocità: le società autostradali potranno portarlo a 150 km/h nei tratti a tre corsie dotati di tutor, purché non ci siano curve e sui tratti interessati non siano avvenuti incidenti mortali. Capitolo patente: il ritiro scatterà dopo la 3ª infrazione grave e per recuperare i punti persi servirà un esame. Le multe saranno notificate entro 90 giorni (non più 150) dall’infrazione. «Abbiamo approvato il testo stasera – spiegava ieri il senatore Angelo Maria Cicolani, relatore del provvedimento in Commissione Lavori pubblici – domani (oggi, ndr) sarà approvato in Aula e venerdì sarà in vigore. Riproporremo in seguito alcune norme cancellate, come l’obbligo del casco in bici per i bambini e i limiti di velocità per chi trasporta bimbi in moto». -leggo-