Fiat, nasce la newco a Pomigliano

Per Pomigliano scatta quello che Marchionne aveva definito il piano C: ieri è nata la newco “Fabbrica Italia Pomigliano”, una nuova società controllata dalla Fiat che riassumerà gli operai che accettano le regole del Lingotto. Regole che l’ad si appresta ad importare anche negli altri stabilimenti italiani: domani durante un incontro a Torino la Fiat comunicherà ai sindacati la disdetta del contratto nazionale di lavoro, sostituito da un altro preparato dalla Fiat: dal gennaio 2013 interesserà 25.000 dipendenti. Si tratta di una rivoluzione delle relazioni industriali che la Fiom, per voce del segretario Landini, ha definito «un fatto grave e inaccettabile». Le questioni Pomigliano e nuovo contratto, oltre che il futuro di Mirafiori, incerto dopo l’annuncio che la monovolume L zero si farà in Serbia, saranno al centro dell’incontro di questa mattina a Torino tra il ministro del Lavoro Sacconi, Marchionne e i sindacati. -leggo-