Love Parade, la polizia ha dato un ordine sbagliato

Love Parade, le accuse degli organizzatori. Venti i morti. Irina torna a Torino. Sarebbe stato un ordine errato della polizia a scatenare il finimondo alla Love Parade di Duisburg. Ad affermarlo è Rainer Schaller, uno degli organizzatori della manifestazione. Secondo Schaller, alle 14 di sabato la polizia diede l’ordine di aprire tutti gli accessi davanti al tunnel di ingresso posto ad ovest, innescando un «afflusso incontrollato» di persone. Un’altra voce dalla tragedia di Duisburg è quella di Irina Di Vincenzo, la torinese di 21 anni, scampata alla strage nella quale ha perso l’amica e compagna di studi al Politecnico di Milano, Giulia Minola: «Darò voce a lei e agli altri morti (saliti a venti, nella giornata di ieri, ndr), ma non ora. Prima voglio vedere i suoi genitori, a Brescia». Anche Irina accusa la polizia tedesca: «Ha fatto entrare tutta quella gente nel tunnel, ma aveva chiuso le vie di fuga». In Germania le accuse rimbalzano tra polizia e Comune: sotto accusa il sindaco Adolf Sauerland. E a 48 ore dalla tragedia ancora 1138 ragazzi risultano dispersi. -leggo-