Aree Expo 2015, ancora 48 ore per decidere

Aree Expo, Ancora 48 ore. Oggi nuovo incontro fra Comune, Provincia, Regione e proprietari delle aree (Fondazione Fiera e Gruppo Cabassi) per decidere il prezzo, come pagare e cosa costruire sulla parte dei terreni Expo che resterà ai privati. E poi domani l’ultimo cda prima delle vacanze, che dovrebbe mettere la parola fine al tira e molla dei terreni. Come una tela di Penelope, il nodo aree si protrae da una settimana all’altra. Oggi i proprietari torneranno a proporre un comodato d’uso, invece dell’acquisto, con la promessa di tornare in possesso dei terreni una volta terminata la Fiera. Poi si dovrà decidere sulla conguità del prezzo, ovvero, come ha spiegato nei giorni scorsi il governatore Roberto Formigoni «la necessità di evitare che ci siano guadagni fuori misura per i privati» soprattutto tenendo conto «dell’investimento pubblico sull’area di un miliardo di euro». La proposta dovrebbe essere di circa 200 milioni di euro, da decidere come incassarli. E infine, ma non ultimo, cosa edificare sui terreni che resteranno ai privati.