L’ITALIA BOCCHEGGIA SOTTO L’AFA

Alle stelle i consumi elettrici per l’ uso di ventilatori e condizionatori, black out a Milano anche nella centrale operativa dei vigili del fuoco. Da Bolzano a Messina l’ Italia boccheggia in un anticipo di calura agostana come non se ne ricorda da anni. Si suda anche sui monti del Trentino, Firenze è un forno per turisti stoici, Roma arriva a 43 come temperatura percepita e il famoso venticello è un soffio d’aria rovente.Si ricorre a ventilatori e condizionatori, con il risultato di mandare alle stelle i consumi elettrici e di favorire black out anche lunghi e ripetuti, come è successo in varie zone di Milano, compresa la centrale operativa dei vigili del fuoco. La protezione civile distribuisce bottigliette d’ acqua e allunga la lista delle città con allerta di livello 3, praticamente quasi tutta l’ Italia. I Comuni si attrezzzano, un occhio particolare all’ assistenza agli anziani, il numero verde nazionale del ministero della salute, 1500, nelle prime otto ore di attività ha ricevuto oltre 3000 telefonate. E non è proprio una consolazione sapere che, stando all’ osservatorio americano Noaa, che raccoglie i dati dal 1880, il mese di giugno appena trascorso e’ stato il piu’ caldo mai registrato sulla Terra. Non è detto che il primato regga ancora per molto. -la7-