Aumenti taxi il sì dell’aula dopo un giorno di aspri scontri

Il consiglio comunale ha approvato la delibera 21 sull’adeguamento delle tariffe taxi. Il provvedimento porta da 0,98 euro a 1,42 euro il costo chilometrico della tariffa progressiva per i primi cinque km. Passa da 40 a 45 euro (più 1 euro per ogni bagaglio di grandi dimensioni) la tariffa da e per l’aeroporto di Fiumicino, e da 30 a 35 euro la tariffa per l’aeroporto di Ciampino. Viene fissata a 120 euro la tariffa per Civitavecchia. L’entrata in vigore sarà subordinata all’istituzione di una commissione tecnica incaricata di valutare, entro il 31 ottobre, la congruità dell’aumento tariffario. La delibera stabilisce anche una riduzione del 50% per le persone che accompagnano i piccoli pazienti all’ospedale Bambin Gesù, e una riduzione del 10% per le donne che viaggiano sole dalle ore 21 alle 01. Tra i 16 voti contrari anche il consigliere comunale di maggioranza Fernando Aiuti. Dario Rossin (La Destra) ha definito «illegittima la delibera perchè è sottoposta a una condizione sospensiva ». L’ottava seduta sul tema si era aperta con i consiglieri Pd che esponevano cartelli ("Otto sedute per gli aumenti taxi, otto minuti per tassare i romani", "Salasso Alemanno",) e una rissa sfiorata, e si è chiusa con i tassisti presenti che hanno applaudito ed esposto uno striscione con scritto «Grazie Alemanno, grazie Marchi». -dnews-