P3, nel mirino dei giudici anche Cosentino e Dell’Utri

Anche Dell’Utri e l’ex sottosegretario Cosentino finiscono nel mirino dei pm per la vicenda della cosiddetta P3, l’associazione segreta di cui farebbero parte il coordinatore Pdl Denis Verdini e il faccendiere Flavio Carboni. In particolare il gruppo di Carboni, secondo l’ipotesi della Procura di Roma, avrebbe appoggiato la candidatura di Cosentino alla Regione Campania per il Pdl, cercando anche di forzare i tempi della Cassazione che doveva decidere sullo stesso Cosentino, accusato dai giudici di Napoli di collusione con la camorra. Dell’Utri invece è indagato per aver partecipato alla cena del 23 settembre a cui erano presenti oltre che Verdini e Carboni, anche il sottosegretario Caliendo, il magistrato Martone e il capo degli ispettori del ministero della Giustizia, Arcibaldo Miller. Intanto l’ordinanza del gup ha rivelato che Carboni avrebbe anche cercato di contattare i pm di Firenze che seguivano l’inchiesta sulle grandi opere che ha coinvolto tra gli altri Guido Bertolaso. -dnews-