Autovelox, senza i dati del conducente no al taglio di punti

No alla decurtazione dei punti sulla patente se non è stato identificato chi era alla guida dell’auto al momento dell’infrazione. Sì alla multa, quindi, intestata al proprietario della vettura al quale però non vanno tolti i punti, ma solo inflitta un’ulteriore sanzione pecuniaria se non comunica i dati del conducente trasgressore. È la pronuncia delle Sezioni Unite della Cassazione nella sentenza n.16276 che fa chiarezza soprattutto per i multati dagkli autovelox. I Supremi Giudici hanno accolto il ricorso di un romano che aveva contestato la sanzione dei punti inflittagli per non aver comunicato chi era alla guida della sua auto passata col rosso. Il giudice di pace non ha tenuto conto di una recente sentenza della Corte. -leggo.it-