Sarkozy perde popolarità ma Thibout lo scagiona

La fiducia dei francesi nel loro presidente Nicolas Sarkozy è crollata al minimo storico dopo lo scandalo sui presunti finanziamenti illegali del suo partito. Secondo un sondaggio pubblicato da “Le Parisien”, neppure uno su tre degli intervistati, il 32 per cento, lo ritiene in grado di risolvere i problemi del paese. La popolarità del’inquilino dell’Eliseo cala così di altri due punti rispetto al sondaggio del mese di giugno. Con le presidenziali fissate al 2012, se ora si andasse al voto Sarkozy verrebbe sconfitto dalla leader del partito socialista Martine Aubry. Lo scandalo sui fondi neri è scoppiato con le rivelazioni, in parte ritrattate, di Claire Thibout, una ex contabile dell’anziana ereditiera dell’Oreal, Liliane Bettencourt. Sarkozy e il governo francese hanno respinto le accuse definendole false e prive di fondamento. La Thibout, confermando nel corso della sua testimonianza di fronte alla Brigade financière le accuse contro l’attuale ministro Eric Woerth, ha affermato che molti uomini politici "ricevevano soldi". Tra i frequentatori di villa Bettencourt, citati dall’ex contabile, ci sono anche la coppia Chirac, Bernard Kouchner (oggi ministro degli Esteri), Danielle Mitterrand e altri. Alla domanda se fosse implicato anche Nicolas Sarkozy per la sua campagna elettorale presidenziale del 2007, la Thibout ha risposto: "È possibile". -epolis-