Roma la Capitale dei giardini e dei parchi

Parchi e aree verdi non mancano, ma la raccolta differenziata stenta a decollare nella Capitale. “La provinciametropolitana – si legge nel Rapporto Osservasalute – presenta nel 2008 un valore basso per la raccolta differenziata”: 17,7 kg per abitante contro la media nazionale di 52 kg. Un dato confermato anche da Legambiente che nella graduatoria dei “Comuni Ricicloni 2010 ”sottolinea come solo“ 9 su 378 Comuni del Lazio sono riusciti ad entrare nella graduatoria”. “Nel Lazio, nel corso del 2008 (dati Ispra), la raccolta differenziata è rimasta al 12.9%, mentre l’85,7% dei rifiuti urbani sono finiti in discarica con una produzione pro-capite tra le più alte d’Ital ia”. La situazione è particolarmente grave a Roma, che “contribuisce alla produzione di oltre la metà dei rifiuti della Regione e dove la raccolta differenziata, secondo Ama, sarebbe salita al 21% nel 2009”. Stefano Pedica, senatore e segretario regionale Idv, e Filiberto Zaratti, consigliere regionale di Sel, attaccano l’amministrazione Alemanno. A replicare è Andrea De Priamo (Pdl), presidente della commissione Ambiente: «Roma è la prima città d’Italia per volume di differenziata – spiega -. Stiamo facendo sforzi enormi per incrementarla ». Buone notizie, invece, sul fronte del verde in città. “Misurata in metri quadri per abitante – scrive Osservasalute – la disponibilità di verde per l’area di Roma è nel 2008 di 131,7 metri quadri per abitante contro un valore medio nazionale di 93,6”. -dnews-