Rincari per gli alimenti entro sei mesi il 4% in più

Latte, carne, frutta e verdure. Non aumenta solo il pedaggio, ma anche conseguentemente alcune delle merci trasportate dai camion che subiranno un balzello pari a 2 euro in più per tratta. E quindi, con buona probabilità faranno ricadere il rincaro sul costo delle merci trasportate. Secondo i dati forniti da Adoc, entro sei mesi si potrebbe arrivare a un incremento degli alimenti pari al 4 per cento in più, se si considera anche il costo dell’inflazione e l’aumento, probabile, del carburante. I consiglieri regionali del Pd Tonino D’Annibale e Mario Perilli sottolineano che per le aziende dei Castelli e della provincia di Roma e Viterbo l’aumento dei pedaggi autostradali comporterà un incremento del costo dei trasporti pari a 2mila euro l’anno. Anche il presidente Confesercenti Valter Giammaria punta i riflettori sui danni per le aziende. con l’aumento dei pedaggi «il costo aggiuntivo per le imprese, se consideriamo il conto terzi con un ingresso medio giornaliero di 10mila automezzi, porterebbe ad una prima e orientativa quantificazione di costo annuo pari 2,5 – 3 milioni di euro, considerando un costo sulle attività di trasporto di circa 2 euro per i mezzi fino a 35 quintali e di circa 3 euro per i mezzi più grandi. «Tutto questo peserà non solo sulle imprese, ma avrà una ricaduta anche sui consumi e sui prezzi», conclude Giammaria. -dnews-