Intercettazioni, pressing per la Legge bavaglio

Intercettazioni Il ddl in aula il 29. Fini: irragionevole. Il disegno di legge sulle intercettazioni ribattezzato “legge bavaglio” arriverà in aula alla Camera il prossimo 29 luglio, dopo l’esame della manovra. La decisione dei capogruppo di Montecitorio ha il parere contrario delle opposizioni, ma a quanto pare anche del presidente della Camera: dopo la riunione, Gianfranco Fini avrebbe detto che calendarizzare a fine luglio di ddl «è irragionevole», visto che il voto finale, date le probabili modifiche, finirebbe comunque a settembre. Per la maggioranza, invece, la scadenza farà sì che venga approvato prima della pausa estiva, e dallo stesso Bossi è giunto l’ok ad un’approvazione rapida. Intanto Antonio Di Pietro annuncia una mozione congiunta di tutte le opposizioni per chiedere di accantonare il ddl. Il segretario del Pd Bersani annuncia battaglia. Intanto la Fnsi, al di là della manifestazione di oggi a Roma conferma lo sciopero dell’informazione per il 9 luglio. -dnews-