Fiorentina in campo per la storia

In campo per la storia. La Fiorentina questa sera ha la possibilità di scrivere una nuova pagina della sua storia, ma servirà ribaltare 1-2 dell’andata contro il Bayern Monaco. Una sfida che vale i quarti della Champions League, ma per i viola vale molto di più. Sicuramente è il punto più alto della gestione Della Valle, ma Prandelli e tutta la squadra gigliata vogliono allungare questo splendido sogno. «Io sono felice e contento di rappresentare la Fiorentina in un ottavo di finale di Champions League. Domani (oggi, ndr) vedremo una squadra che punterà a fare la storia di questa società – ha detto Prandelli -. Van Gaal convinto di segnare? Beato lui che ha queste certezze. Affronteremo una squadra attrezzata per arrivare in finale di Champions. Dovremo essere in grado di leggere le situazioni, una cosa importante oltre alle motivazioni ». Sarà fondamentale segnare, come quello di non subire gol (che ormai capita da 17 partite consecutive): «Se guardiamo le statistiche europee non vedo squadre che non subiscono gol. Non è un problema di difesa ma di atteggiamento e di ordine. E poi siamo arrivati alla 17a quindi è il momento di chiudere». Una gara di ritorno, dopo Monaco, che riparte da quello scandaloso gol di Klose in fuorigioco di almeno due metri che grida vendetta: «La gara è finita in quel modo e noi non dobbiamo farci prendere dallaf oga. L’approccio avuto con questa manifestazione è stato perfetto. Abbiamo fatto cose importanti in questa Champions, che ci godremo magari fra qualche tempo. Fiorentina bella ma con pochi risultati? L’anno scorso venivamo attaccati perché eravamo cinici ma brutti, mentre oggi è l’opposto. Abbiamo sempre la mentalità puntata alla vittoria».