Giallo sul miracolo di Wojtyla beatificazione a rischio stop

È giallo sul miracolo scelto per la beatificazione di papa Karol Wojtyla. Un quotidiano polacco ha parlato di dubbi emersi sulla guarigione dal Parkinson di Marie-Simone Pierre, la suora francese individuata per portare Giovanni Paolo II agli onori degli altari. Dal Vaticano è arrivata ieri la smentita sulla ricostruzione fatta in Polonia, visto che il dossier ancora non è stato esaminato dal competente dicastero. Intanto il neurologo polacco Grzegorz Opala, interpellato dal quotidiano polacco Rzeczpospolita ha affermato che «ci sono malattie che danno dei sintomi come il Parkinson, ma in realtà non sono tale. Si tratta di “parkinsonismi”, curabili con cure specifiche, mentre il morbo di Parkinson non è curabile». Da qui il dubbio sulla guarigione della religiosa francese. Il Vaticano non ha fatto alcun commento ufficiale sulla vicenda, ma fonti interne parlano di una reazione di grande sorpresa alle voci che danno per certo un annullamento del miracolo prescelto. Tutto l’incartamento, del resto, è sub secreto e il procedimento è lungi dall’essere concluso. Unica certezza è che la data di beatificazione del Papa polacco non sarà il 16 ottobre, anniversario della sua elezione nel 1978. Sulla memoria di Wojtyla da tempo c’è una sorta di battaglia interna alla Chiesa. L’ultimo capitolo è rappresentato dalle critiche che hanno investito il “postulatore” della causa, Slawomir Oder, per aver pubblicato un libro dove emerge che Wojtyla usava flagellarsi. (dnews)