Onda anomala contro nave crociera, ucciso turista italiano

Un’onda anomala, gigantesca, alta almeno otto metri ha travolto una nave da crociera uccidendo due passeggeri, il genovese Giuseppe Neri e un tedesco. La massa d’acqua si è abbattuta in pochi istanti sulla prestigiosa Louis Majesty, acquistata lo scorso anno dalla Louis Cruises Lines che stava viaggiando nelle acque spagnole della Catalugna, tra Marsiglia e Barcellona, diretta a Genova. La nave aveva lasciato la città francese ma è stata sorpresa da una burrasca. L’impatto dell’onda sulla nave battente bandiera cipriota e con a bordo 1350 passeggeri e 580 membri dell’equipaggio, ha fatto esplodere i finestrini di un salone. Il violento getto dell’acqua che ha investito gli interni della Louis Majesty ha causato due morti e 14 feriti. La notizia, confermata dalla capitaneria di porto della Catalogna, è stata diffusa da un triestino ospite della crociera che, tramite il suo cellulare, si è messo in contatto con il quotidiano Il Piccolo di Trieste. Giuseppe Neri era a bordo della nave con la sua famiglia e i figli. È stato schiacciato dal vetro della finestra panoramica andata in pezzi, mentre suo figlio 13enne è rimasto ferito. Dopo l’incidente il porto di Barcellona ha accettato di accogliere la nave in serata. Solo cinque giorni fa l’incidente sulla Costa Europa in cui hanno perso la vita tre marinai e 4 turisti, tra cui un italiano, sono rimasti feriti. In questo caso a trasformare in tragedia la lussuosa vacanza mediterranea tra sole e cocktail, era stato il maltempo: Le condizioni avverse avevano portato la nave italiana con 1437 passeggeri a bordo ad urtare violentemente contro un molo della città egiziana di Sharm el-Sheikh.