Edilizia, ripartire da green e restauri

Edilizia, ripartire da green e restauri. Il rilancio dell’economia passa prioritariamente dal rilancio dell’edilizia e del mondo delle costruzioni e delle infrastrutture». Lo ha detto il neopresidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, a margine della presentazione “Made in Expo”, la fiera dell’edilizia che si terrà a Milano dal 17 al 20 ottobre prossimo. «Il Made – ha detto il presidente – è la più grande vetrina a livello mondiale per il settore delle costruzioni e sarà un grande stimolo per tutti ». Sostenibilità ambientale ed efficienza energetica; riqualificazione urbana e recupero edilizio saranno i temi al centro dell’appuntamento autunnale alla fiera. «Siamo di fronte a una crisi profonda – ha spiegato Andrea Negri, presidente Made Eventi e vicepresidente Federcostruzioni – che sta ristrutturando il mercato delle costruzioni. La leva imprescindibile per rilanciare il settore è indubbiamente il recupero e la riqualificazione dell’esistente, in particolare con interventi di riqualificazione in chiave energetica ed antisismica ». Secondo i dati di Federcostruzioni, «nel 2011, per il quinto anno consecutivo, l’andamento del mercato delle costruzioni è stato negativo, con un calo degli investimenti complessivi del 3,2%. Le previsioni per il 2012 confermano la fase di stallo con una perdita dal 2007 per il mercato edilizio del 29% circa del suo valore in termini reali». Made Expo raccoglie la sfida di rilanciare la filiera delle costruzioni ripartendo dalla valorizzazione dei nuovi settori in crescita, come le energie rinnovabili, e soprattutto della riqualificazione dell’esistente. Un’anima ‘green’ troverà spazio sia tra i padiglioni della manifestazione, con le ultime proposte per l’utilizzo di tecnologie e materiali ecocompatibili e un’area dedicata alle energie rinnovabili, sia in numerosi convegni e appuntamenti. La manifestazione fieristica volge lo sguardo anche verso i mercati esteri. -Dnews-