Manodopera e materiali, primi rincari

In cantiere Il costo di costruzione di un fabbricato sale dell’1.6%. Manodopera e materiali, primi rincari. Non solo comprare casa è un salasso, adesso per colpa dei continui rincari dovuti alla crisi economica costa molto di più anche realizzarla. Materiale, noleggio, manodopera, tutto negli ultimi mesi è lievitato. Nel primo trimestre 2012 il costo di costruzione di un fabbricato residenziale aumenta dell’1,6% rispetto al trimestre precedente e del 2,6% rispetto al primo trimestre 2011. Lo rileva l’Istat indicando come «i contributi maggiori alla crescita tendenziale dell’indice vengono dal costo della mano d’opera (1,6%) e dai prezzi dei materiali da costruzione (0,7%). Più in particolare, secondo l’istituto di statistica, nel primo trimestre 2012 gli indici dei costi per gruppo hanno registrato, rispetto al trimestre precedente, incrementi del 2,1% per la mano d’opera, dell’1,0% per i materiali e dell’1,6% per i trasporti e il noleggio. Rispetto al primo trimestre dello scorso anno, il costo della mano d’opera è aumentato del 2,9%, quello dei materiali dell’1,9% e quello dei trasporti e del noleggio del 4,1%. All’interno dei materiali, gli aumenti congiunturali maggiori hanno riguardato le categorie pietre naturali e marmi (+2,5%), leganti e impermeabilizzazioni, isolamento termico (entrambi +2,0%). In termini tendenziali, gli incrementi più ampi si sono registrati per impermeabilizzazioni, isolamento termico (+8,7%) e laterizi e prodotti in calcestruzzo. Tornando al quadro complessivo, nel quarto trimestre del 2011, ricorda l’Istat, l’aumento congiunturale del costo di costruzione di un fabbricato residenziale era stato dello 0,1%, il tendenziale del 3,7%. -Dnews-