Anche l’e-cig vietata ai minori

Lo stop dal 23 aprile. Lo studio dell’Iss: «Anche un utilizzo minimo fa superare la dose accettabile di nicotina». Sigarette elettroniche vietate ai minori anni 18. Con un’ordinanza firmata ieri, il ministro della Salute Renato Balduzzi ha infatti innalzato il divieto di vendita delle e-cig con presenza di nicotina da 16 a 18 anni. Viene così modificata l’ordinanza dello scorso settembre, che è in vigore fino al 23 aprile 2013. Dopo quella data e fino al 31 ottobre 2013 il divieto di vendita varrà per i minori di anni 18. La nuova ordinanza si è resa necessaria in coerenza con la norma del “Decreto Balduzzi” che dal 1 gennaio 2013 eleva a 18 anni il limite di età per la vendita dei prodotti del tabacco. La decisione arriva a seguito delle valutazioni dell’Istituto superiore della Sanità, secondo cui anche per i prodotti a bassa concentrazione, la dose quotidiana accettabile di nicotina è superata anche solo con un uso moderato delle sigarette elettroniche. E questo dato è ancora più significativo negli adolescenti. «Le autorita sanitarie internazionali – ha spiegato il ministro Balduzzi – ci stanno dicendo di applicare il principio di precauzione ed è quello che abbiamo fatto». La scelta, ha concluso, «è coerente poi con quella relativa alle sigarette comuni che pure saranno vendute solo ai maggiorenni». -Dnews/Davide Artale-