Investimento da un miliardo sulle energie rinnovabili

Con un investimento da un miliardo di euro sulle energie rinnovabili, fra tre anni la Regione Piemonte sara’ in grado di aumentare la propria produzione energetica in misura uguale a un quarto della quantita’ che attualmente importa dalla Francia. L’investimento e’ previsto in una intesa fra Regione ed Enel, sottoscritta oggi a Torino dalla presidente del Piemonte, Mercedes Bresso, con l’ad di Enel, Fulvio Conti. L’attuale consumo energetico del Piemonte e’ di 27 Twh, di cui 21 Twh prodotto sul territorio e 6 importato dalla vicina Francia. Grazie all’intesa, che prevede la costruzione di una ventina di impianti fotovoltaici e una decina di impianti eolici, alla fine dei tre anni la Regione sara’ in grado di produrre 1,5 Twh di energia in piu’, un quarto dei 6 Twh oggi acquistati oltre le Alpi. Gia’ lunedi’ prossimo l’assessore Andrea Bairati portera’ in giunta una delibera per la riconversione delle discariche di rifiuti esaurite in superfici su cui installare i pannelli fotovoltaici. Serviranno in tutto 120 ettari di terreno, pari a un terzo dello stabilimento di Mirafiori. Nei prossimi giorni partira’ un tavolo di lavoro congiunto per l’individuazione dei siti e la messa a punto del progetto. La fase progettuale durera’ un anno, poi partiranno i lavori. Gli impianti eolici saranno installati sui crinali montuosi a cavallo fra Piemonte e Liguria, i soli in grado di garantire venti costanti. Il solare invece sara’ maggiormente distribuito sul territorio. L’obiettivo del protocollo e’ arrivare a ”realizzare impianti per una potenza installata” di 150 Mw sull’eolico e 120 Mw sul fotovoltaico. ”Questa intesa – ha sottolineato Conti – e’ parte della nostra strategia di sviluppo delle fonti rinnovabili, per le quali Enel investira’ sette miliardi di euro fra Europa e Nord America. Il nostro obiettivo e’ arrivare in anticipo agli appuntamenti del protocollo di Kyoto. L’intesa con il Piemonte, fornendo un quadro normativo certo, ci libera da molte pastoie burocratiche e ci permette di accelerare”. ”Ci organizzeremo per garantire i tempi”, ha assicurato Bresso, che ha ricordato anche il recente accordo con Terna per il miglioramento della rete distributiva dell’energia elettrica piemontese, con i conseguenti risparmi energetici.