Con grossa ascia minaccia i passanti

Ostia. In manette un 26enne polacco: era ubriaco e urlava frasi sconnesse. Ubriaco, con in mano un grosso coltello, è sceso in strada e ha minacciato i passanti. Tragedia sfiorata, ieri mattina, a Ostia, dove un uomo polacco è stato disarmato e arrestato dai carabinieri. I militari dell’Arma sono intervenuti intorno alle 11 in via Ermanno Carlotto: ad attirare l’attenzione sono state le grida d’aiuto di alcune persone che si allontanavano di corsa dalla strada. I carabinieri si sono trovati davanti un uomo, evidentemente ubriaco e armato di un grosso pugnale, che sferrava colpi verso i passanti pronunciando frasi sconnesse e senza senso. Vani sono stati i tentativi di indurlo alla calma; infatti, quando i due carabinieri si sono avvicinati, l’uomo ha tentato di colpire anche loro. Dopo qualche minuto, uno dei due militari lo ha distratto mentre il suo collega lo ha acciuffato, disarmato e arrestato. In manette è finito un 26enne polacco, in Italia senza fissa dimora, che dovrà rispondere dei reati di porto abusivo dell’arma, minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. -Dnews-