Texas, si schianta con l’aereo sul palazzo del fisco

Si è ucciso per manifestare la sua rabbia e la sua disperazione contro il fisco. E per farlo ha scelto la maniera più eclatante: schiantarsi con un aereo contro l’ufficio delle imposte. È successo ieri ad Austin, in Texas. Il palazzo – a due passi da quello dell’Fbi rimasto illeso – è la sede dell’Irs, l’ufficio locale delle imposte. In un primo momento si è temuto un attacco terroristico, ma lo stesso Federal bureau of investigation ha escluso l’ipotesi . Anche per il ministero della Sicurezza interna «non si sospettano attività criminali o terroristiche », anche se lo schianto è stato intenzionale come ha confermato l’Ntsb, l’Agenzia nazionale sulla sicurezza dei trasporti. Temendo un nuovo 11 settembre, si sono alzati in volo anche due F16. Dalla ricostruzione fatta dai federali, l’uomo ha prima dato fuoco alla propria abitazione, poi ha rubato il piccolo monomotore ed è decollato da uno degli aeroporti di Austin. Nell ’edificio di sette piani ospita gli uffici dell’Irs, dopo l’impatto del velivolo, si è sviluppato un grosso incendio, che si è poi esteso a quattro palazzi vicini. L’area, lungo una delle maggiori autostrade di Austin,è stata immediatamente evacuata, ma una persona risulta dispersa. Due i feriti, ricoverati in ospedale. Altri, contusi, si sono allontanati a piedi. Un testimone ha visto il jet volare molto basso sull’autostrada prima di schiantarsi su Research Boulevard alle 10 ora locale.