Ai grandi impianti conviene il 55%

Ai grandi impianti conviene il 55%. Se per un impianto a dimensione familiare, il conto energia resta la strada preferibile, aumentando la taglia la questione cambia completamente. Per un impianto da 20 kW – una potenza forse un po’ esagerata per una casa unifamiliare ma che potrebbe essere adatta per esempio ai consumi di un agriturismo o di più famiglie che si mettano assieme – scegliere la detrazione fiscale del 50% rinunciando al conto energia sembra una scelta decisamente vantaggiosa. Come mostrano le simulazioni di Qualenergia. it e Ater, infatti, sui 25 anni scegliere lo sgravio fiscale anziché l’incentivo sull’energia prodotta porta a guadagnare quasi 30mila euro in…continua a leggere.