Scuole, sicurezza e manutenzione assenti

Sicurezza fuori controllo, manutenzione scarsa, aule fatiscenti e sempre più affollate: non poteva essere più desolante il decimo rapporto di Cittadinanzattiva su “Sicurezza, qualità e comfort degli edifici scolastici”. L’indagine realizzata su 111 edifici in 10 regioni italiane mostra una situazione critica e in costante peggioramento rispetto agli scorsi anni. Basti pensare che ben il 75% delle strutture, vale a dire tre edifici su quattro, non è in regola con tutte le certificazioni di sicurezza, il 78% delle scuole è privo di porte con aperture antipanico e il 21 % non è dotato di scale di sicurezza. Non va meglio sul fronte della manutenzione, sia quella strutturale che quella ordinaria, di cui invece ci sarebbe estremo bisogno. L’indagine ha rilevato nel 18% degli edifici crolli di intonaco nei corridoi e nel 14% delle scuole addirittura dentro le aule. E poi muffe, infiltrazioni e umidità nel 24% degli istituti. Ancora: il 49% delle scuole è senza tapparelle e il 57% ha le finestre rotte. Peccato che, sebbene l’87% delle scuole abbia richiesto degli interventi manutentivi, nel 15% dei casi nessuno sia intervenuto o l’abbia fatto in estremo ritardo. Va ancora peggio se si considera la manutenzione straordinaria: richieste avanzate dal 45% delle scuole e domanda rimasta inevasa nel 58% dei casi. In una situazione così, inutile aspettarsi molto in tema di tecnologia. In un terzo degli istituti mancano completamente le aule computer mentre i laboratori didattici sono presenti solo in metà delle scuole monitorate. -ilSalvagente-