Siamo rischio povertà o emarginazione sociale

115 milioni di persone sono a rischio povertà o emarginazione sociale in Europa, in Italia rappresentano il 24,5% della popolazione. A dipingere il quadro dalle tinte fosche sono i dati Eurostat e relativi al 2010, utilizzati da Unilever per lo studio dei nuovi prodotti da offrire sul mercato del Vecchio Continente. Per esser considerata “povera” in Romania, una persona deve guadagnare mediamente 150 euro al mese contro i circa 800 di chi vive in Francia. In Italia la soglia è di 750 euro al mese. Spostandosi dallo stipendio allo scontrino, nel nostro paese, quello per i prodotti di largo consumo è pari a 28,20 euro a spesa. Il numero medio di prodotti presenti nei carrelli di un consumatore italiano si aggira invece intorno a 11,4 pezzi. Questo vuol dire che mediamente si spende circa 2,47 euro ad articolo. Da qui l’esigenza di ridimensionare la confezione alla cifra “sborsabile”. -ilsalvagente-