Dopo soli cinque anni torna Spider-Man in 3D ma è tutta un’altra storia

Dopo soli cinque anni torna Spider-Man in 3D, ma è tutta un’altra storia. A soli 5 anni dall’ultimo Spider-Man della serie creata nel 2002 da Sam Raimi, un nuovo uomo ragno e una produzione totalmente differente raccolgono la sfida di portare sul grande schermo uno dei personaggi più amati dei fumetti. The Amazing Spider- Man offre al pubblico una versione diversa delle avventure del personaggio creato nel 1962 da Stan Lee in cui un mistero avvolge la morte dei genitori del protagonista. Peter Parker è uno studente del liceo morso da un ragno radioattivo che gli dona dei superpoteri. Diretto dal regista dell’interessante commedia 500 giorni insieme, questo Spider- Man insiste sull’elemento romantico con il giovane eroe alle prese con l’amore per una compagna di scuola figlia del capo della polizia di New York. La ragazza gli darà una mano quando un ex collega del padre scomparso di Parker si trasformerà in un rettile mettendo a repentaglio l’intera città. Spettacolare, divertente e, forse, perfino più riuscito per certi versi rispetto ai film di Raimi, questo Spider-Man in 3Darriva dopo il successo planetario di The Avengers diventato il terzo incasso di tutti i tempi dopo Avat ar e T it an ic . Un segnale tangibile di come i fumetti siano diventati nell’immaginario collettivo una forma di moderna letteratura da cui trarre ispirazione per film molto diversi tra loro. Dopo Il Ritorno del Cavaliere Oscurocapitolo conclusivo della trilogia di Batmanin uscita a fine agosto altri eroi arriveranno presto sul grande schermo: Iron Man 3, Thor 2 e Capi tan America 2, ma anche Ant Man e il nuovo film su Superman intitolato Man of Steel ed interpretato un cast che annovera, tra gli altri, Russell Crowe, Kevin Costner, Diane Lane e Laurence Fishburne. -Dnews/M. Spagnoli-