Italia fermata dalla Croazia: 1-1. Prandelli: «Ci manca la cattiveria»

Italia fermata dalla Croazia: 1-1. Prandelli: «Ci manca la cattiveria» L’Italia è bella a tratti, ma non abbastanza per vincere. Gli azzurri sprecano tante occasioni contro la Croazia, poi rallentano il ritmo e vengono raggiunti sull’ 1-1. A Poznan i ragazzi di Prandelli si mangiano le mani per non aver concretizzato le numerose palle gol, soprattutto nel primo tempo. Ora la qualificazione è a rischio e non sono ammessi errori contro l’Irlanda di Trapattoni, lunedì sera (ore 20.45) nell’ultima partita del girone C. E potrebbe non bastare perché bisognerà tenere d’o cchio il risultato di Spagna-Croazia. «Era una buona occasione, eravamo in vantaggio e avevamo rischiato pochissimo – le parole del commissario tecnico azzurro Cesare Prandelli dopo la gara – hanno trovato il gol e ci dispiace perché, come prestazione, abbiamo dimostrato che ci siamo. Cosa manca? Cattiveria ed energia ». Nel primo tempo gli azzurri hanno trovato il gol con uno splendido calcio di punizione di Pirlo al 39’, hanno messo alle corde la truppa di ct Bilic, ma non sono riusciti a sferrare il colpo del ko. Balotelli, Cassano e Marchisio sono stati fermati dalla sfortuna, da qualche esitazione e dal portiere Pletikosa. Nella ripresa l’Italia è calata e la Croazia, con la grinta più che con la tattica, ha trovato il pareggio al 72’ con Mandzukic, al terzo gol in questo Europeo. «La squadra è viva e lotteremo fino alla fine – ribadisce Prandelli – se sarà il caso cambierò gli uomini, non sistema. Al 60’ abbiamo avuto un calo fisico. Balotelli ha fatto bene, ma all’attacco dico che bisogna chiudere le partite». Il rammarico è grande: «Peccato, perché era una partita da vincere – le parole di Pirlo – non ci abbattiamo. Abbiamo un’alt ra gara e proviamo ad andare avanti ». Thiago Motta è sulla stessa linea: «Abbiamo sprecato una grandissima occasione». Buffon tira fuori l’orgoglio: «Il mister non ci deve dire niente, la prestazione c’è stata.Ho la certezza che, se dovessimo vincere con l’Irlanda, passeremo il turno». Purtroppo però non dipenderà solo dall’Italia: un pareggio 2-2 tra Croazia e Spagna eliminerebbe gli azzurri. -Dnews/A. Stabile