Perde il posto e si toglie la vita

La tragedia A Velletri un uomo di 52 anni si è impiccato nel suo appartamento. Perde il posto e si toglie la vita. Ancora una vittima della crisi I vigili del fuoco, allertati dal fratello, hanno dovuto forzare la porta di casa. L’uomo viveva da solo e soffriva di depressione. Da tempo soffriva di depressione a causa della perdita del posto di lavoro. E così, ieri mattina, l’uomo – un 52enne orginario di Velletri – ha deciso di togliersi la vita, impiccandosi nel suo appartamento. L’ennesima vittima della depressione, l’ennesima vittima dello spettro delle crisi economica che in questi ultimi tempi sta spingendo molte persone – soprattutto imprenditori, commercianti e disoccupati – a togliersi la vita. A trovare il corpo dell’uomo è stato il fratello che si era allarmato dopo aver tentato di contattarlo più volte sul cellulare. L’uomo, spaventato, ha quindi deciso di andare direttamente a casa del fratello che vive in un appartamento di via Collicello a Velletri. L’uomo ha provato a citofonare senza esito e, a quel punto, ha allertato la polizia che è giunta sul posto con una volante. Gli agenti hanno quindi chiamato i vigili del fuoco che si sono introdotti nell’appartamento dopo aver forzato la porta d’ingresso e hanno fatto la drammatica scoperta del corpo. Secondo quanto riferito dal fratello della vittima, il 52enne soffriva di depressione, una depressione che si era molto acuita dopo che l’uomo aveva perso il posto di lavoro qualche mese fa. -Dnews/A. Pollio-