Pneumatici hi-tech contro gli incidenti

Sicurezza Entro l’anno Pirelli lancerà il modello con un microchip. Pneumatici hi-tech contro gli incidenti. Sono migliaia le vittime della strada ogni anno, in gran parte nelle città. Un tragico conteggio che oggi può trovare un freno in alcune delle tecnologie e delle buone pratiche che, nel loro complesso, vanno sotto il nome di "smart city". Oltre alla questione della formazione, che passa per le campagne atte a creare una nuova sensibilità sul tema, c’è il ruolo fondamentale svolto dai controlli: «nel 2006 sono stati effettuati 250 controlli su alcool e droga da parte della Polizia Stradale e dei Carabinieri, oggi siamo a quota 1.700.000», spiega Sergio Dondolino, direttore generale per la sicurezza stradale del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, intervenuto all’incontro "Più sicurezza stradale per le Smart City" al Forum Pa. Anche le modifiche normative contribuiscono a migliorare la sicurezza stradale, in particolare «la patente a punti, il patentino per i ciclomotori, le iniziative informative e formative dalla scuola materna all’università», aggiunge Dondolino ricordando che molto si deve ancora fare per la cosiddetta ‘utenza debole’, migliorando le infrastrutture dedicate a pedoni, ciclisti e ciclomotoristi. Poi c’è il ruolo svolto dalla tecnologia: scatole nere dotate di Gps poste a bordo dei veicoli permetteranno di lanciare l’allarme in caso di incidente o aggressione, e insieme di ridurre il costo della polizza assicurativa. Anche gli pneumatici più evoluti possono dare un contributo fondamentale. «Tecnologia significa per noi lavorare sui materiali, sul design, sulla struttura degli pneumatici e garantire così le migliori condizioni di sicurezza» spiega Filippo Bettini, responsabile della direzione sostenibilità e governo dei rischi di Pirelli. È in arrivo lo "pneumatico intelligente": il cyber tyre che Pirelli lancerà entro il 2012, uno pneumatico che attraverso un sensore posto al suo interno trasmette all’automobilista i dati significativi sul suo stato di salute. -Dnews-