Studentesse uccise dal crollo in quattro rinviati a giudizio

Ventotene. C’è anche il sindaco Assenso. Studentesse uccise dal crollo in quattro rinviati a giudizio. Furono travolte e uccise dal crollo di un costone di roccia sulla spiaggia di Cala Rossano a Ventotene. Era il 20 aprile del 2010, quando Sara Panuccio e Francesca Colonnello, due studentesse romane che si trovavano in gita scolastica sull’isola pontina, persero la vita. Ieri sono stati rinviati a giudizio il sindaco di Ventotene, Giuseppe Assenso, l’ex primo cittadino Vito Biondo, e i tecnici del genio civile, Luciano Pizzuti e Pasquale Romano.