La Virtus Roma perde ancora

La Virtus Roma perde ancora. Milano ride, i playoff sfumano. Roma perde la terza partita di fila. Con la sconfitta interna contro Milano di ieri sera (78- 91 il punteggio), saluta quasi aritmeticamente i playoff. La squadra è scarica e aspetta solo la fine del calvario, mentre i tifosi chiedono chiarimenti su un futuro nebuloso. Calvani parte con il vecchio capitan Tonolli in quintetto per dare una scossa. Roma si sistema subito a zona, ma Hairston (19 punti) inizia subito il suo show. Varnado (15) risponde (9-8 per Roma) e Bourousis (19) commette il secondo fallo tornando subito in panchina. Con Datome (13) sugli scudi il primo quarto si chiude sul 18 pari, ma Milano scalda i motori. Nel secondo periodo Gentile (12) e il sardo di Roma si sfidano a duello, con il figlio dell’ex allenatore di Roma ripetutamente a segno. L’ex Giachetti firma il massimo vantaggio di Milano fino a quel punto (27- 37) e l’Acea va al risposo sul 40-48 con ben 30 punti subiti in 10 minuti e appena quattro falli commessi. Al ritorno in campo l‘Armani Milano dilaga. Bourousis porta a spasso Varnado fino al +17 gli ospiti (46-63), mandandoi titoli di coda inanticipo per la Virtus Roma. Non c’è la minima reazione in campo, nemmeno sotto il profilo dell’agonismo e gli ultimi 15 minuti, tolto un piccolo parziale all’inizio dell’ultimo giro di lancette, non fanno che aumentare l’amarezza per una stagione che si sta chiudendo nel peggiore dei modi possibili. -Dnews/M.Liberati-