Pedofilia, maestro colto sul fatto

Pedofilia, maestro colto sul fatto. I carabinieri avevano messo una videocamera nella scuola dopo che un allievo aveva segnalato le attenzioni del docente. Daniela Santini Alla fine di quest’anno scolastico doveva andare in pensione. E invece è finito in galera A. M., 61 anni, un maestro di scuola elementare ora accusato di abusi sessuali sui minori. L’uomo, molto conosciuto nel paese della Bassa bergamasca in cui vive e insegna, è stato colto in flagranza di reato dai carabinieri, mentre abusava di un suo alunno di seconda elementare in uno dei locali della scuola in cui era solito appartarsi. I fatti si sono svolti martedì, e ne hanno dato comunicazione solo ieri i carabinieri di Bergamo che hanno eseguito l’arresto e che avevano posizionato nei giorni scorsi delle telecamere all’i nt er no della scuola elementare. L’indagine a carico dell’uomo proseguivano da tempo, infatti, dopo che un ragazzino iscritto alla scuola aveva segnalato ai carabinieri di essere stato vittima delle attenzioni del maestro. Ed è stato proprio visionando le immagini che i militari hanno fatto scattare le manette ai polsi dell’uomo, che ora si trova in carcere a Bergamo con l’accusa di abusi sessuali nei confronti di minori in attesa che il giudice convalidi il provvedimento restrittivo. L’uomo, sposato e padre di due figli, lavorava da tanti anni nella stessa scuola, senza mai aver avuto problemi. -Dnews/Daniela Santini-