Gelo e prima neve sulla penisola

L’Italia stretta dalla morsa del gelo provocata dell’aria fredda che arriva dall’Europa settentrionale. Il Natale sarà freddo,e la prima neve è iniziata a cadere. I mari sono molto mossi, tanto che ieri mattina il peschereccio “Sarago” si è schiantato per le onde contro gli scogli a Termoli (Campobasso). I due pescatori (tunisini da diversi anni residenti a Termoli) sono stati catapultati in mare, uno è morto sul colpo, l’altro è disperso nelle acque gelide. Ieri sera sono state interrotte le ricerche proprio a causa del mare grosso. A Oristano è morto assiderato un senzatetto di origine rumena. E senza vita è stato ritrovato anche l’escursionista di 41 anni che domenica pomeriggio, probabilmente a causa del ghiaccio, era scivolato mentre stava percorrendo un sentiero dell’Alpe di Succiso, sull’Appennino reggiano, insieme alla compagna. La neve è comparsa anche sul Vesuvio. Oltre alla Campania, i primi fiocchi sono arrivati nella provincia di Roma e nel nord Ciociaria. Temperatura di zero gradi sulla Calabria, dove nevica anche a basse quote. Neve dai 600-900 metri anche in Puglia e Basilicata. Dopo giorni grigi e pesanti, il sole è tornato invece ad affacciarsi al nord e in qualche regione del centro. -Dnews/Pavone-