L’impianto elettrico per la protezione degli addetti in cantiere

Il cantiere edile è il luogo di lavoro in cui sono eseguiti lavori di costruzione di nuovi edifici, lavori di riparazione, di trasformazione, di ampliamento o di demolizione di edifici esistenti, opere pubbliche, lavori dimovimentazione terra, lavori simili. Per la loro realizzazione questi lavori necessitano di un impianto di alimentazione elettrica temporaneo. Potenzialmente, per le lavorazioni eseguite nei cantieri, il rischio di elettrocuzione, sia per l’ambiente di installazione, sia per le sollecitazioni alle quali l’impianto è sottoposto durante il suo utilizzo, è più alto di altri ambienti lavorativi. È per queste ragioni che si è sentita la necessità di una maggiore attenzione normativa definendo i cantieri ambienti ad applicazione particolare ricadendo, pertanto, anche nella Parte VII, sez. 704, norma CEI 64/8, che è quella che regola l’installazione e la progettazione degli impianti elettrici utilizzatori.