Patenti facili, quiz suggeriti e test compilati

Inchiodati dalle immagini delle telecamere a circuito chiuso. I funzionari della Motorizzazione civile sono stati ripresi mentre – con varie tecniche -aiutavano i candidati, segnalati dalle autoscuole compiacenti, con varie tecniche per far giungere loro la risposta esatta ai quiz per la patente di guida. Il funzionario, solitamente, il funzionario si posizionava vicino all’esaminando e suggeriva le risposte con segni convenzionali oppure consigliando direttamente le risposte; in altri casi, invece, riaccendevano i terminali alla fine della sessione d’esame e procedevano alla compilazione delle risposte. Queste le prove – schiaccianti – dell’inchiesta coordinata dalla Dda di Roma (pm Carlo Lasperanza) su un giro di “patenti facili”che, allo stato, conta 80 indagati e sta interessando numerosi comuni del territorio laziale (da Roma a Guidonia passando per Montecelio e Frascati). Ieri il secondo blitz dei vigili urbani che hanno effettuato altre perquisizioni presso le abitazioni di pubblici ufficiali e le sedi della Motorizzazione civile di Roma di via Salaria e via Laurentina. Qui i vigili del l’ufficio polizia giudiziaria hanno sequestrato i computer dell’amministrazione in uso ai funzionari indagati e ulteriore documentazione che nelle prossime ore sarà passata al vaglio degli inquirenti. Oltre che delle immagini, l’indagine si basa anche su numerose testimonianze dei candidati ai quali è stata sequestrata la patente. Tutti hanno confermato i fatti e anche le segnalazioni acquisite fatte dai candidati e dalle autoscuole danneggiate. Nel primo blitz nella casa di uno dei funzionari indagati fu trovata anche una patente intestata a Mirko Vucinic, ex calciatore della Roma ora in forze alla Juve che, è bene precisarlo, non è indagato. Una quarantina, allo stato, le scuole guida finite nel mirino della procura. -Dnews/Mancuso