Anziano finisce in carcere per abusi sessuali su minore

Violenza sessuale continuata e aggravata su un minorenne e detenzione di materiale pedopornografico. Sono le accuse che hanno portato all’arresto di un uomo di 70 anni di Nettuno, condannato il 24 maggio scorso alla pena di quattro anni di reclusione dal tribunale di Roma. Per oltre sei anni – dal 1997 al 2003 – l’anziano avrebbe commesso abusi su un ragazzino. Una squallida vicenda che è venuta alla luce soltanto quando la vittima ha trovato il coraggio di confessare ai genitori quanto accadeva nella casa dell’anziano. Il 70enne è stato quindi denunciato ai carabinieri che hanno immediatamente fatto partire le indagini. In un blitz i carabinieri hanno rinvenuto nella sua abitazione materiale pedo pornografico. Il 24 maggio scorso la conclusione del processo di primo grado, con la condanna dell’anziano alla pena di quattro anni di reclusione e la contestuale emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte dei giudici. Il 70enne è stato quindi arrestato dai carabinieri della stazione di Nettuno che lo hanno prelevato nella sua abitazione e lo hanno condotto dietro le sbarre nel carcere di Velletri.