Uccise un ladro. Tabaccaio milanese assolto in Appello

Assolto per legittima difesa putativa dall’accusa di omicidio Giovanni Petrali, il tabaccaio che il 17 maggio 2003, reagendo a un tentativo di rapina alla sua tabaccheria in piazzale Baracca a Milano, uccise Alfredo Merlino, 30 anni, e ferì il complice Andrea Solaro, oggi 26enne. In primo grado il tabaccaio era stato condannato a un anno e 8 mesi per omicidio colposo e lesioni colpose. I giudici lo hanno dichiarato «non punibile». In pratica, per i magistrati del secondo grado, Petrali quando ha sparato, 7 volte, rincorrendo i due rapinatori, non era più in pericolo, ma era convinto di esserlo. Il risarcimento per il bandito superstite sarà stabilito in sede civile. Esultano per la sentenza i colleghi tabaccai, la Lega, e il vice sindaco Riccardo De Corato: «Giustizia è fatta». Polemico il cesntrosinistra: «Comune e Lega strumentalizzano una vicenda grave, sono loro al governo della città e loro a dover garantire la sicurezza». -Leggo-