Ibra: «Voglio la mia prima Champions»

L’uomo del campionato si è stancato di scudetti in Italia e Spagna. Ora vuole mettere il naso fuori dai confini nazionali, provare a vincere anche in Europa: Zlatan Ibrahimovic vuole la Champions League. Lo dice apertamente alla vigilia dell’andata degli ottavi di finale contro il Tottenham, stasera a San Siro. «E’ vero, io non ho mai vinto la Champions e sarebbe bellissimo – ha ammesso ieri a Milanello -. Ma una squadra come il Milan deve puntare a tutti e tre gli obiettivi, così non ci si distrae mai». Un giocatore maturo fuori dal campo e nervoso dentro? Allegri, pronto a rilanciare Thiago Silva a centrocampo, lo difende. Zlatan dice un’altra cosa: «Se in campo mi arrabbio, mi esce tutta la qualità. Ora «il Milan sta crescendo con una mentalità vincente e con la fame giusta per vincere: sono sicuro che ci riusciremo». Ibra rispetta il Tottenham, pur senza la sua stella Gareth Bale che fece ammattire l’Inter quattro mesi fa, nemmeno convocato da Redknapp. «L’importante è non prendere gol e farne almeno due». Il mister ci crede: «Possiamo arrivare fino in fondo».