La Clerici: Volevo dimagrire sono finita in ospedale

Ha 47 anni, una figlia di un anno e tanta esperienza televisiva, ma ancora combatte col suo corpo Antonella Clerici. «Devo perdere chili – spiega in un’intervista a “Gioia” – Ho preso le polverine, quelle proteiche… Sono stata male, m’hanno portata in ospedale e ho dovuto fare le flebo». La conduttrice del 60° festival di Sanremo – ai nastri partenza martedì – è sincera e verace. Forse troppo: «Io detesto fare le foto. Ma non è tristezza, è noia. Devi stare lì per delle ore, magari con dei vestiti che non si chiudono dietro. È tutto finto». Così finto che lo è diventata pure lui, ammettendo l’uso di Photoshop «adesso un po’, sulla pancetta….». Per ulteriori approfondimenti, basta comprare (comprare?) il suo libro autobiografico, Aspettando te, dedicato alla sua bambina, Maelle, che compie un anno il 21 febbraio, che la stessa conduttrice presenterà a Sanremo l’ultimo giorno, sabato 20. Il libro è il racconto dell’incognita della maternità dopo i 40 anni e di come la Clerici abbia voluto fortissimamente diventare mamma. Senza scoraggiarsi mai. Tra l’altro, per la prima volta la conduttrice rivela di aver perso un figlio dal compagno Eddy, prima della nascita della figlia Maelle. Intanto, uno sguardo al futuro non guasta: «Vorrei mettere a frutto la mia vena giornalistica, la mia laurea. Non mi vedo tra dieci anni a saltabeccare sulle tagliatelle di Nonna Pina, e nemmeno vorrei diventare come queste che annaspano in televisione ancora con la coscia di fuori». La Clerici è onesta parlando di Eddy e della loro differenza d’età: «Non sono mica una pazza. Adesso sono sicuramente ancora una bella donna, lui è un bel ragazzo. C’è tanta attrazione tra noi e quindi funziona tutto, ma tra dieci anni…». Non nega poi la Clerici, che spesso gli uomini hanno sofferto della sua popolarità: «Se chiamano loro per prenotare un ristorante gli dicono che non c’è posto, ma se chiamo io il posto salta fuori». Soprattutto ai tempi in cui conduceva La prova del cuoco.