Calcio, tre giornate a Rosi e Lavezzi

Il giudice sportivo ha sanzionato con tre giornate di squalifica a testa lo scambio di sputi fra Rosi e Lavezzi durante Roma-Napoli di sabato scorso. L’episodio è stato esaminato grazie alla prova tv perché, interpellato dal giudice, l’arbitro ha spiegato che le "ammonizioni comminate ai due giocatori si riferiscono a spinte reciproche" e non agli sputi non visti dal direttore di gara. Il giudice sportivo spiega che "per costante orientamento interpretetivo lo sputo deve considerarsi condotta violenta".