Uccide moglie e figlio poi si suicida in garage

Ha fatto fuoco sulla moglie e sul figlioletto di pochi anni, poi si è tolto la vita. Bologna è sotto shock per il caso di omicidiosuicidio avvenuto ieri mattina in periferia, in via della Guardia. Pare che l’uomo, precedentemente arrestato per stalking proprio verso la moglie, abbia condotto la moglie, marocchina di 32 anni e il figlio all’interno dell’auto nel garage e qui abbia fatto fuoco contro di loro con una pistola. Poi l’omicida probabilmente è uscito dall’abitacolo e si è sparato. Il suo cadavere è stato infatti trovato all’esterno dell’auto, vicino alla rampa d’ingresso, mentre la donna e il bambino erano nell’abitacolo all’interno di uno dei box nel seminterrato dell’edificio. Secondo i primi riscontri della polizia, il probabile movente andrebbe ricercato in una difficile situazione familiare, complicata da una separazione molto conflittuale. Le indagini sono condotte dalla squadra Mobile della polizia, intervenuta assieme alla Scientifica per i rilievi, che ora dovrà fare chiarezza sui contorni della vicenda. Sarà importante ascoltare le persone che abitano nello stabile per capire se hanno visto o sentito qualcosa. Proprio il padre di famiglia che ha compiuto l’omicidio, risultava residente nel condominio di via della Guardia, anche se pare non vi alloggiasse.