Abusi su due giovani, leghista nei guai

Una vendetta politica verso un uomo scomodo, un paladino della legalità nemico dei poteri forti o una denuncia liberatoria, dopo anni di vessazioni? Sarà la procura di Monza a stabilire la veridicità delle pesanti accuse mosse all’assessore leghista alla sicurezza della Provincia di Monza, Luca Talice, denunciato per violenza sessuale da due giovani militanti del Carroccio. I due padani, un ragazzo e una ragazza, a dicembre hanno presentato denuncia per abusi sessuali che avrebbero subìto per anni nei locali del Comune di Seregno dove Talice è consigliere comunale. «Sono innocente», ha detto l’assessore, sostenuto dal partito che parla di vendetta.